Il luogo di interesse più famoso della città è il Teatro Olimpico. L’ultimo lavoro del Palladio, che venne successivamente terminato da Vincenzo Scamozzi. Il biglietto d’entrata è acquistabile alla cifra di 8€ e permette l’entrata a vari musei civici cittadini. Il teatro è aperto durante tutto il giorno con orario continuato. L’edificio venne modellato sulla forma degli antichi teatri romani, un anfiteatro con grandi gradinate e una decorazione limitata. Incorpora uno straordinario palco permanente (progettato per la rappresentazione delle antiche tragedie greche) dall’architetto Scamozzi e vanta un trompe l’oeil che rappresenta motivi classici e scenari di strada.

Percorrendo la via che parte dal Teatro Olimpico è possibile visitare il Palazzo Chiericati, che nei tempi moderni ospita il museo della città (Museo Civico) e la galleria d’arte (chiusa il lunedì, durante le pause pranzo e anche le domeniche invernali). Le collezioni ospitate da questa struttura sono realmente uniche. Gli amanti dell’arte dovrebbero inoltre visitare la chiesa gotica di Santa Corona, in modo da poter ammirare I lavori creati da Giovanni Bellini e Paolo Veronese.

I progetti del Palladio hanno ispirato un museo e un centro di studi legato all’architettura, il Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio, che ospita esibizioni legate all’architettura all’interno di un palazzo progettato dal Palladio, il Palazzo Barbaran da Porto.

Per godersi una visuale di tutta questa zona, i visitatori avranno l’opportunità di avventurarli tra le colline circostanti (oppure prendere un autobus) in modo da recarsi al santuario di Monte Berico, una chiesa che venne costruita sul sito nel quale si suppone siano avvenute due apparizioni della Madonna. La passeggiata è resa ancora più piacevole da un lungo porticato ad arcate che si inerpica lungo la collina, risultando particolarmente utile durante le giornate soleggiate o piovose.